Trasparenza zero. Dalla BCE soldi in azzardo, armi, lusso e petrolio

Uno strumento per aiutare l’economia o un mezzo per sprecare denaro? Un modo per sostenere le piccole e medie imprese o l’ennesimo fondo cassa per le multinazionali? Il Quantitative Easing della Banca Centrale Europea si è rivelato uno strumento senza una policy chiara che, ad oggi, ha finito per finanziare corporations dell’azzardo e delle armi, Ne parliamo con Kenneth Haar di Corporate Europe Observatory, e Stanislas Jourdan di QE for People

Charles Péguy: «la storia passa dove vuole»

Ne La nostra giovinezza (1910), Charles Péguy aveva scritto: «quello che c’è di più imprevisto è sempre l’evento. Basta avere vissuto un po’ fuori dai libri di storia per sapere, per aver provato che tutto quello che si vuol far emergere è generalmente quello che accade di meno e quello che non si vuol far emergere è generalmente quello che accade». Ma che cosa accade alla storia, fuori dai libri di storia?

L’Occidente nella gabbia del nichilismo

Due movimenti guidano la nostra società: da un lato, la promessa di immortalità, potenza sfrenata, liberazione da ogni limite; dall’altro, l’assoluta impotenza davanti alla complessità del reale. I giovani sono le prime vittime del sogno fallito dell’Occidente: irrisi nella loro ricerca di fede, derisi quando chiedono ordine e forma, e non vuoti “diritti”, si vedono negare il diritto al conflitto: unica, vera risorsa per uscire dalla brutalità dei nostri tempi tristi. Un dialogo con lo psicoanalista argentino Miguel Benasayag

Mangio dunque sono: quel nesso sottile fra cibo e pensiero

Discutiamo di “km zero”, di filiera corta – temi legittimi e importanti – davanti a un buon caffè, dimenticando che se c’è qualcosa che nella storia europea contraddice la filiera corta è proprio il caffè. Questo non toglie bontà agli argomenti sullo slow food, a patto di rispettarne la complessità che è anche ibridazione, scambio, dimensione relaziona e sociale del cibo. Perché, come aveva intuito il filosofo Ludwig Feuerbach, siamo davvero ciò che mangiamo

L’arte di indugiare per riconquistare il tempo

Da non perdere è «Il profumo del tempo. L’arte di indugiare sulle cose» del filosofo coreano Byung-Chul Han edito da Vita e Pensiero. La diagnosi di Han è che ci si trovi davanti a una patologia del tempo che intacca il nucleo stesso della forma di vita delle società avanzate

Dionigi Tettamanzi: lezione di solidarietà e etica civile nella città fragile

La scomparsa di Dionigi Tettamanzi, già arcivescovo di Milano, successore di Carlo Maria Martini ci porta proprio oggi, in tempi veramente duri, a fare i conti con il suo importante lascito morale: una chiamata all’impegno per tutta la società civile e i corpi intermedi affinché la città diventi luogo di inclusione e casa di tutti e la solidarietà si ancori ai doveri

Jeremy Corbyn: «L’immigrazione non va usata contro gli operai»

Destano polemiche le dichiarazioni del leader laburista inglese sull’immigrazione. C’è chi lo accomuna ai populisti di Niger Farage, ma Corbyn non sta attaccando l’immigrazione in sé, bensì il suo uso “disruptive” per degradare le condizioni di lavoro e ridurre le opportunità, quindi i diritti, dei lavoratori inglesi. Un dibattito che rischia di infiammare la sinistra europea e non solo