From agosto, 2015

Il grande esodo: siamo solo agli inizi?

Alcune proiezioni prevedono che nel 2050 nel mondo ci saranno oltre 1 miliardo di migranti, provenienti in gran parte dall’Africa subsahariana e diretti in Europa. Già oggi, però, l’improvvisa accelerazione di questo processo impedisce di distinguere tra migrazioni forzate e volontarie, tra profughi “politici” e migranti tout court. Non ci si muove solo a causa delle guerre, ma si fugge anche dai “grandi progetti di sviluppo”: dighe, centrali idroelettriche, land grabbing. E l’emergenza rivela l’inadeguatezza dei decisori europei, ancorati a schemi di lettura ottocenteschi dei fenomeni migratori.

Come si viaggia in un container? Un esperimento finlandese lo dimostra

Nel porto di Vaasa, cittadina finlandese di 66mila abitanti è andato in scena un esperimento: un rapper, una giornalista e due conduttori radiofonici si sono chiusi un un container per 24 ore ripresi da telecamere a infrarossi. L’obiettivo? Mostrare a un’opinione pubblica sempre più allarmata come viaggiano – e muoiono – centinaia di migranti.

Mistero al lieto tramonto. Un giallo di Minna Lindgren

Pubblicato da: il manifesto, 12 agosto 2015 L’appuntamento pome­ri­diano con la cana­sta, la «par­tita del pome­rig­gio» era nata spon­ta­nea­mente tra gli ospiti. Ognuno gio­cava per sé, per evi­tare discus­sioni, in un rituale sem­pre iden­tico ma libero. Tra una mano e l’altra rifles­sioni, ricordi, sug­ge­stioni, lampi di intel­li­genza pas­sata e futura si sareb­bero pre­sto rin­corsi, ria­ni­mando occhi…

Pavese e la Balena bianca

Cesare Pavese aveva solo ventiquattro anni, quando terminò la versione da Melville, un lavoro ricco di insidie, per i termini marinareschi e tecnici di cui è cosparso il testo, e che Pavese dichiarava condotto non si sa «con quanta competenza, ma con molto trasporto», anche se i suoi taccuini – ricchi di note, di lunghi elenchi lessicali, e di schizzi di imbarcazioni – tutto lascerebbero supporre, tranne l’improvvisazione nel tradurre.

La follia rivisitata

Chi è in piena salute? Il DSM-V ce lo dice: «Codice 100 – Funzionamento superiore alla norma in un ampio spettro di attività, i problemi legati alla vita non sembrano mai sfuggire di mano, è ricercato dagli altri per le sue numerose qualità positive. Nessun sintomo». Nessun sintomo: il grado zero della qualità,