Cristiani perseguitati: cresce il numero delle violenze nel mondo

I cristiani rappresentano la comunità religiosa più perseguitata al mondo. Secondo le ultime ricerche, 215 milioni di persone sono oggetto di pregiudizio e persecuzione a causa della loro fede. L’Ong protestante “Portes ouvertes” ha pubblicato i dati nel suo rapporto annuale analizzando 50 Paesi

Biohacker. L’etica della rete lo spirito della ricerca scientifica

La libertà di accesso non basta per trasformare l’informazione in un bene comune.Se ci si concentra solo sugli aspetti relativi al suo ruolo come bene comune, si perde di vista una dimensione importante dell’economia politica dell’informazione: la dimensione del potere. Bisogna infatti capire chi produce informazione e per chi. Serve un’etica hacker anche per l’informazione scientifica.

Verità, bellezza e bontà: le chiavi della cittadinanza etica

Il cittadino etico – ci spiega Howard Gardner, psicologo dell’Università di Harvard – è un soggetto morale che non va, semplicemente, per la propria strada. Non si alza al mattino chiedendo solo e soltanto il rispetto dei propri diritti, ma si impegna e rischia, aprendosi a un senso di responsabilità più ampio

Zombi di tutto il mondo

Nessuno aveva sentito parlare di zombi fino al 1929. Nel ’29, fra i tipi della newyorkese Blue Ribbon Books, con copyright di Harcourt Brace, iniziò a farsi spazio un volume insolito di trecento trentasei pagine, illustrato da Alexander King, a firma dello stravagante W. B. Seabrook. Strani umani Uno strano best-seller. Figura strana, però, era soprattutto…

Hieronymus Bosch, immagini di un oscuro presagio per l´Europa

Chi riesce a vedere oltre l´immagine, in questa epoca dove le immagini sono diventate un brusio costante che non interroga né inquieta? Le immagini coprono lo spazio e saturano il silenzio. Aggiungono non senso al non senso. Ecco perché le figure di Bosch ci attraggono e spaventano al tempo stesso: sono il segno della nostra incapacità di leggere i segni, oltre il banale e il provvisorio. Proviamo a confrontare il suo San Cristoforo con la fotografia – che doveva cambiare il mondo, ma lo ha solo reso più assuefatto all´orrore – del piccolo Aylan Shenu

Cees Nooteboom. Movimenti nella polvere in cerca di un altrove

«Il tema del viaggio, a suo modo «viaggia» tra l’opera e la vita. Il che già complica le cose e mostra che quella del viaggio è una questione di natura metafisica. Ha una sua fisicità, beninteso, se è vero – e almeno di questo posso dire che risponde al vero – che da quando intrapresi quel mio primo viaggio in autostop non mi sono più fermato», spiega Cees Nooteboom